Il genovese che si convertì all’Islam (e si beccò pure una canzone)

“Foreign figthers”, li chiamano con tecnica freddezza. Come quando si parla di tumori e il medico le chiama “neoplasie maligne”. I fatti di Parigi fanno male, ci fanno sentire impotenti: più che condividere link o accendere candele, noi cittadini comuni non riusciamo a fare. Non abbiamo che le nostre parole da esporre. E la realtà, poi,Continua a leggere “Il genovese che si convertì all’Islam (e si beccò pure una canzone)”