Guida per un viaggio in Andalusia

L’auto da noleggiare

E’ importante innanzitutto dire che se leggete le recensioni degli autonoleggi su internet, vi si rizzeranno i capelli in testa: truffe col carburante, 1000 euro bloccati sulla carta di credito, auto vecchie e puzzolenti ecc. Vi passerà la voglia di affittare una macchina, temendo di rovinarvi la vacanza. Ma voglio darvi speranza!!!
Intanto una premessa: chi recensisce qualcosa su internet, in genere, o si è trovato BENISSIMO o MALISSIMO. Sembra che raramente venga recensita la via di mezzo. Questo non stupisce considerando la psiche umana:

Se mi trovo molto male, ti recensisco negativamente: l’unico modo che ho di “fartela pagare” e di salvare altri dalla mia pessima esperienza;
Se mi trovo molto bene, l’entusiasmo potrebbe far sì che voglia farti pubblicamente i complimenti.

Ma andiamo avanti. Ecco alcune cose da ricordare, dopodiché vi parlerò dell’agenzia che abbiamo scelto noi:

  1. Rimborso del carburante tipo “Pieno-Pieno”; questo perché decidi tu dove rifornirti e quindi puoi spendere meno per la benzina. Oltretutto la politica “Pieno-Vuoto” è sempre quella che produce più lamentele, perché il pieno iniziale lo paghi parecchio di più che facendolo da un benzinaio normale (avremmo pagato il nostro 94 euro per una Opel Corsa, a fronte di 60 che abbiamo pagato, circa, dai benzinai).
  2. Assicurazione CDW (la cosiddetta “kasko“): essa vi protegge dai danni che arrecate al VOSTRO veicolo noleggiato (quella che vi protegge dai danni fatti agli altri è la RCA e ce l’avete sempre di default). Attenti però: molte opzioni prevedono una “franchigia“, ovvero un certo quantitativo di danni, economicamente, lo pagate voi; quei danni che eccedono il valore della franchigia allora li paga l’assicurazione.
    Quindi, per dire, se avete la CDW con franchigia 950 euro e colpite un palo facendo un danno da 500 € al veicolo che avete noleggiato, pagate tutto voi il danno perché non supera il valore di 950 della franchigia!!! Se invece il danno che fate è da 1500 €, pagherete voi fino a 950 euro e il resto lo paga l’assicurazione. Attenzione ulteriore perché non è che potete sfasciare la macchina “tanto pago al massimo 950 euro”! C’è un tetto massimo anche lì (nel caso mio, era 3000 euro, mi pare). Quindi per farla breve, la CDW con questo sistema vi aiuta solo nei danni di medio-alta entità. Quelli piccoli e quelli notevoli ve li paghereste voi. Inoltre attenti che la CDW, così com’è, copre giusto la carrozzeria e non i cristalli o le ruote o altro! Leggete bene le condizioni prima di cliccare “acquista”, se non volete pessime sorprese.
    Ma qualcosa vi può aiutare:

    • Rimborso della franchigia o assicurazione CDW “tutto incluso”: E’ molto consigliabile fare questo tipo di assicurazione che cambia da gestore a gestore. In particolare io ho stipulato una polizza di rimborso franchigia tramite compagnia esterna, la Axa (proposta da Okayautos) che mi avrebbe rimborsato i danni fatti da me entro la franchigia (i famosi 950 euro o comunque fino a 3000, includendo anche i danni a ruote, cristalli ecc.). Alternativamente al bancone del noleggio o tramite sito, potete fare un’assicurazione CDW all inclusive con loro che vi copre completamente anche dai danni che fate voi al veicolo (ma di fatto, nel mio caso raddoppiava il costo del noleggio), senza franchigia e senza trattenuta sulla carta di credito (vedi dopo). Questa opzione costava però nettamente di più di quella tramite Axa. Farle tutte e due ovviamente non ha molto senso: una copre in buona parte l’altra. Se avete un budget medio-elevato, optate per una di queste due ipotesi. Altrimenti vivrete con l’ansia tutto il tempo di trovare danni al veicolo che vi dovreste pagare!

Ovviamente, se il danno ve lo fa un altro automobilista e firma la constatazione amichevole d’incidente, paga lui il vostro danno. Anche in Spagna c’è il modulo adatto: chiedetelo se non lo trovate nel cruscotto dell’auto.

Per finire, se non guidate solo voi dovrete comprare l’opzione “guidatore aggiuntivo“, al costo di almeno 5 euro al giorno, in genere. Nessuno vi controlla ma se faceste un incidente o vi fermasse la polizia, se il guidatore non è quello stabilito perdereste i vostri diritti come la CDW ecc. (rischiando anche la multa) perché violereste il contratto stabilito con l’autonoleggio.

Veniamo al noleggio vero e proprio:


Io sono andato sul sito Okayautos.it e da lì ho selezionato un’auto optando per il sito Centauro. (il primo sito è un motore di ricerca: il secondo è quello che realmente ha affittato il veicolo). Ho scelto Centauro perché aveva i migliori punteggi e recensioni e costi contenuti.

Centauro a Malaga è nelle vicinanze dell’aeroporto ma NON è nell’aeroporto: un pulmino vi porta lì, in maniera gratuita. Arrivarci a piedi è proibitivo; col taxi è inutile. Anche qui, un po’ di persone si sono lamentate senza leggere sul sito che è scritto che un incaricato ti avrebbe ricevuto dalla zona arrivi (confermo), segnato il tuo nominativo e ti avrebbe mandato dal pulmino (ri-confermo).

L’auto era NUOVA: 6000 km e profumava ancora di nuovo. Avevo chiesto una auto di categoria economica (Fiesta o simile) e mi hanno dato un’Opel Corsa. Al momento della consegna delle chiavi, alcune cose da notare:

  • Vi bloccano sulla carta di credito la franchigia (950 euro) e vi addebitano il costo del primo “pieno” (nel nostro caso: 94 euro). A fine noleggio, se tutto è andato bene, annullano il primo e vi riaccreditano il secondo (dopo pochi giorni). Questo è scritto chiaro sul sito quindi non lamentiamoci se poi non abbiamo un plafond sufficiente nella carta, per fare le spese di vacanza (altra fonte di recensioni negative)! Consultate i massimali della vostra carta ed eventualmente fateveli aumentare per un periodo limitato di tempo dalla banca.
  • Vi consegneranno, oltre alle chiavi, un contratto che in fondo ha un grosso cerchio vuoto e a fianco lo “spaccato” della macchina: controllate che non ci siano danni al veicolo che eccedano le dimensioni del cerchio e segnalateli al dipendente in caso affermativo (ve lo dice il dipendente stesso. Nelle recensioni sembra sempre che tentino di fregarvi su questo punto, ma non è stato così per noi). Il dipendente li marcherà sul contratto, sulla copia che avete voi. Noi abbiamo fatto segnare anche danni molto visibili ma più piccoli del cerchio, per stare tranquilli. Fate delle foto per sicurezza. Alla riconsegna, tutto ciò che non avete segnalato all’inizio del noleggio sarà imputato a voi e se c’è un danno più grande del famoso cerchio, dovrete pagarlo. Ovviamente se avete la CDW tutto incluso, sarete più tranquilli.
  • Con questo in mente, se non avete CDW tutto incluso, occhio a dove parcheggiate!!! La tentazione di lasciare l’auto in strada, a poco prezzo, è forte, ma se qualcuno vi dà una botta dentro e scappa, pagherete voi quella botta! Per questo noi abbiamo sempre usati i parcheggi a silos. Purtroppo quelli degli hotel non costano poco (15-18 euro al giorno).
  • Fate una foto al contachilometri/indicatore benzina sia all’inizio che alla fine del viaggio. L’auto deve avere il pieno in tutte e due le circostanze. Se ve la dessero senza pieno, ditelo subito prima di uscire dal parcheggio/garage! Se la riportate senza pieno, pagate la differenza voi.

Giudizio: non ho avuto nessun problema con Centauro a Malaga e quindi la raccomanderei!

Adesso concentriamoci su Granada, nella prossima pagina!

Pubblicato da Lorenzo Fabre

Lorenzo Fabre è un blogger e scrittore genovese. Il suo racconto d'esordio "La pillola" è pubblicato nell'antologia Continuum Hopper (Della Vigna), vincitrice del Premio Italia 2017. Fabre è anche tra i vincitori del Premio Racconti Liguri 2017 e si è classificato secondo al Premio G. Viviani 2017 per racconti fantasy. Recentemente ha pubblicato racconti di fantascienza nelle antologie Sarà sempre guerra e Futura Lex. Tra le sue passioni, oltre la scrittura, c'è anche la recitazione teatrale, la storia e la scherma storica medievale, i videogiochi “con bella trama”, le serie televisive avvincenti quali Game of Thrones, Black Sails, Breaking Bad e The Walking Dead, e le scienze, con particolare attenzione a quelle mediche e biologiche. Per ogni altra informazione il suo sito è http://lorenzofabre.com.

One thought on “Guida per un viaggio in Andalusia

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: